ATTIVITÀ E PROGETTI

In tanti anni di attività abbiamo proposto differenti tipologie di progetti secondo più linee di intervento. Tra le principali:

Gestione dei rifiuti, raccolta differenziata e riciclaggio.  Campagna di sensibilizzazione per i cittadini e le scuole volta al miglioramento della raccolta differenziata nel consorzio dei Comuni di Lula, Onanì, Bitti e Orune, interventi di sensibilizzazione in collaborazione con la rete dei CEAS della Provincia di Nuoro, sulla prevenzione e recupero dei rifiuti e consumo ecosostenibile, in particolare sull’uso delle buste per la spesa in stoffa o riciclabili, dei detersivi alla spina, dei prodotti a Km 0. Istituzione dell’Eco – sportello rifiuti.

Patrimonio storico – culturale, Archeologia mineraria ed estrattiva. Si ritiene che la storia e la cultura di un popolo siano fortemente caratterizzati dalle peculiarità ambientali del territorio di riferimento, pertanto sono stati attivati progetti didattici (rif. progetto De Locu) che attraverso la ricerca e lo studio della toponomastica dei  luoghi promuovono la conoscenza e il rispetto per il territorio in cui si vive. Col progetto Monte Albo: Utilizzo nel tempo delle risorse ambientali. Vecchie e nuove – buone e cattive pratiche a confronto è stato approfondito l’aspetto relativo alle caratteristiche geologiche della montagna, in particolare la risorsa “roccia”, che ha determinato la nascita di attività economiche quali quella dei “Carchinajos” in passato e, ancora oggi l’attività di cava, analizzando le implicazioni socio – culturali e ambientali e proponendo nuovi interventi di valorizzazione e tutela. Appuntamenti della tradizione come Su peti ‘arina, sono diventati inoltre ulteriore occasione di sensibilizzazione in campo ambientale, infatti il CEAS da un lato contribuisce a mantenere viva un’usanza del luogo rivolta ai bambini e dall'altro li coinvolge attivamente nell'adozione di buone pratiche. 

Valorizzazione e tutela delle biodiversità locali. Le peculiarità naturalistiche del territorio e la crescente riduzione della diversità biologica hanno portato il CEAS a promuovere, dapprima nell’ambito del progetto La biodiversità come opportunità economica sostenibile l’intervento Tra storia, cultura e ambiente, studio e valorizzazione del moscato di Lula, un complesso di attività di ricerca storica e scientifica e un campo sperimentale di coltivazione di un’antica varietà di moscato coinvolgendo numerosi viticoltori. Con il progetto Dal Monte Albo al Gennargentu – Biodiversità naturale e culturale a confronto si è inteso approfondire la tematica coinvolgendo il mondo della scuola, gli operatori agricoli, le donne, gli operatori del settore turistico ricettivo in attività di ricerca e studio sulle biodiversità alimentari (i piatti della tradizione) sulle essenze tintorie, in attività di innesto e potatura delle piante da frutto e nella ricerca delle varietà di frutta locali, in attività formative per la tintura dei tessuti con i colori naturali, nella realizzazione del Comitato per le biodiversità e in una serie di azioni concrete di tutela. Questa è stata l’occasione per instaurare nuovi rapporti di collaborazione con figure quali Ente Foreste della Sardegna e Agenzia Laore. Progetto Bio sono io, nell'ambito delle attività estive con i bambini per la realizzazione dell’orto in cassetta e la conoscenza delle biodiversità orticole.

Tutela e studio ambientale nel territorio del Mont’Albo. Oltre ai progetti già menzionati nei quali si fa riferimento alle peculiarità naturalistiche del Monte Albo analizzate sotto vari punti di vista, si evidenziano interventi volti alla conoscenza dell’ecosistema bosco e dell’ambiente montano anche attraverso percorsi non convenzionali con attività di fotografia naturalistica e campi all'aperto.

Energia e risorse rinnovabili. Vista l’attualità delle tematiche legate al risparmio energetico e all'uso di energie rinnovabili è stato realizzato il progetto RiEn: AZZERA L’IMPATTO – percorso integrato di formazione per l’adozione di buone pratiche verso il risparmio energetico e l’energia sostenibile attraverso la realizzazione di forum e tavoli tecnici rivolti alle pubbliche amministrazioni e alle imprese e professionisti tecnici dei settori edile, artigiano, turistico e agroalimentare.

Turismo ambientale e storico – culturale. Il CEAS partecipa attraverso la promozione delle proprie attività e la presentazione degli esiti dei propri lavori a manifestazioni pubbliche organizzate dall'amministrazione comunale (es. grandi eventi di San Francesco, manifestazione Miniere di Mare) contribuendo ad ampliare l’offerta per il visitatore e integrandosi nella rete di collaborazione delle varie figure sociali e culturali della comunità.